Capobranco: il rock è fuori moda, ma la loro soluzione?

Capobranco Il Grande Zoo (Jetglow Recordings) Le metafore ‘animali’ per descrivere il mondo e le sue relazioni, un rock massimalista e al contempo basic che fa del groove, della sua linearità funk il punto di forza. Partendo da un’idea di crossover alternativo il power trio padovano approda a soluzioni più mainstream che non deluderanno chi ascolta Litfiba,…

Crampo Eighteen: ricordate i That’s All Folks?

Crampo Eighteen The Man With One Ear (Autoprod.) Esisteva una cult band pugliese che si chiamava That’s All Folks. Ho avuto la fortuna di ascoltarli dal vivo in un piccolo locale di provincia nei primi anni novanta. Non li ho più dimenticati, una formazione nostrana che si avvicinasse così tanto ai gruppi heavy-psych che allora più amavo…

The Pier: emo at his best!

The Pier – S/T (Faro Records) The Pier sono tre ragazzi pugliesi completamente immersi nel più sano spirito emo-core ’90, neanche Molfetta fosse Washington D.C. Niente di nostalgico per fortuna, i nostri hanno assimilato anche influenze successive come certe soluzioni math, mai convulse o nevrotiche (sembra che tra i loro preferiti ci siano i Don…

Movin’ K: valdostane albe prog

Movin’ K – Waitin’ 4 The Dawn (autoprod.) Progetto dal respiro internazionale, sebbene provengano dalla piccola Val d’Aosta, i Movin’ K di Francesco Epiro nascono dalle ceneri dei Black Riders che già nel 1999 aprirono dal vivo per i Porcupine Tree. Un viaggio che dura da un bel pò dunque e che è arrivato alla quarta tappa con il…

Hope Sandoval and The Warm Inventions: nomi di peso per musiche in via di estinzione

Hope Sandoval and The Warm Inventions Until The Hunter (Tendril Tales) E poi ritornano personaggi come Hope Sandoval e la mente vaga, ripercorrendo luoghi dimenticati. Intima preghiera silenziosa Into The Trees, necessità di rendersi invisibili, di diventare trasparenti  come la medusa in copertina che riflette un paesaggio invernale, che riecheggia solo sussurri e fruscii, drones e lente percussioni…

La Top 2016 di GiulioZine

TOP 15 GENERALE 15 – D. D Dumbo – Utopia Defeated 14 – Cavern Of Anti-Matter – Void Beats/ Invocation Trex 13 – Salem’s Pot – Pronounce This! 12 – Black Mountain – IV 11 – Goat – Requiem 10 – Minor Victories – Minor Victories 9 – The Wave Pictures – Bamboo Diner in…

LorisDalì: come un bicchiere di rosso del contadino

LorisDalì – Gekrisi (autoprod.) E’ l’andamento ubriaco, notturno e poetico di una milonga caposseliana ad aprire Gekrisi, secondo lavoro di LorisDalì, cantautore folkpop piemontese a cui piace giocare con gli stereotipi, mescolandoli, facendo incontrare in una canzone Rino Gaetano, Renato Carosone e Luca Bassanese, rievocando il rock and roll e la musica popolare in maniera un po’…

CafeAmaro: berlo con lentezza

CafeAmaro – S/T (Autoprod.) Il progetto CafeAmaro dell’australiana Diane Peters ad arpa e voce e del bresciano Andrea Ponzoni, elettronica e tastiere, lascia finalmente un documento concreto con questo debut omonimo. Un disco fatto di lentezza e trasparenze, da meditazione, come l’Amarone evocato nella traccia d’apertura, che ha bisogno della giusta atmosfera, di un tempo…

D.D Dumbo: l’avant-pop intelligente

D.D Dumbo Utopia Defeated (4AD) Non fatichiamo a credere che Utopia Defeated di Oliver Hugh Perry meglio conosciuto come D.D Dumbo abbia raccolto il consenso di illustri testate come Mojo, Uncut e Rolling Stone: l’avant-pop dell’australiano di Castlemaine è di gran lunga più musicale, intrigante e intelligente di quello dei tanti prestigiosi nomi per i…

BeWider: electronica per immagini e sogni

BeWider – Dissolve (Autoprod.) Secondo e.p. Dissolve – dopo il precedente del 2015 ben accolto dalla stampa nazionale – del compositore e arrangiatore Piernicola Di Muro, in arte BeWider, che quando non produce musica per immagini realizza dischi che potrebbero essere funzionali allo stesso scopo. Quella che qui si rievoca è l’elettronica analogica, dreamy e pacifica che già dagli anni…

Disemballerina: l’essenza del gotico

Disemballerina Poison Gown (Minotauro Records) Formalmente Disemballerina da Portland, Oregon, è un trio di chamber music che ha imbracciato gli strumenti della tradizione classica per non finire nei calderoni neofolk, ethereal metal o funeral doom, anche se certe affinità elettive con le suddette scene restano evidenti. Ayla, Miles e Jennifer sono stati dunque molto maturi nel fare delle scelte stilistiche che…

Francesco Di Bella: periferie e ‘muntagne chiene e sole’

Francesco Di Bella Nuova Gianturco (La Canzonetta) Disco forse più importante di quel che sembra Nuova Gianturco. Cominciato in tempi non sospetti, quando tutti erano presi dalla militanza, il discorso poetico di Francesco Di Bella si proietta oggi in una dimensione di ancor più ampio respiro. Il pop che si diffonde dai solchi di questo vero…