Dove comincia l’astuzia finisce l’intelligenza

vrban2014

 

E alla fine di tutto questo casino (se siamo giunti davvero alla fine..) cosa abbiamo imparato?

Non volevo parlare di questa vicenda per almeno tre motivi; il primo: uno degli organizzatori dell’VRBAN ECOFESTIVAL è un mio collega al di fuori del festival e schierarsi poteva sembrare mossa astuta (e quando comincia l’astuzia vuol dire che si è esaurita l’intelligenza); il secondo: nonostante la mia anagrafica non ho mai troppo amato la musica dei 99 POSSE e ribadisco ‘la musica’ poiché al resto non ci ho mai neanche pensato essendo il loro milieu espressivo abbastanza lontano dalla mia idea di musica. Il terzo – e più importante – è che in questa storia di merda la musica non c’entra nulla e uno dei pochi principi che ho deciso di seguire su questo blog è che qui si scrive solo di musica.

Non riassumerò i fatti, le cronache dei social credo abbiano permesso a tutti di sfracellarsi le palle a sufficienza in questi giorni.

Sono le reazioni dei più, ampiamente negative, che mi hanno spinto ad una riflessione.

Da pubblico/fan/militante l’avrei capito? Si, certo che l’avrei capito.

L’indignazione che è scaturita dal fattaccio DOVEVA coinvolgere tutti, ci mancherebbe. Giù le mani dalla musica, CAMERATA! Giù le mani (almeno) dalla musica, CAMERATA!

E così non è stato. Le mani le hanno messe eccome, ma non per aizzarle contro qualche COMPAGNO ma per ravanare nel ventre molle e perbenista che si dilata a dismisura nella bella città.

Perfino TOSI di fronte all’evidenza di una presa di posizione così eclatante (ritiriamo lo sponsor AMIA ha detto MIGLIORANZI che prima di essere colui che è, è stato componente dei GESTA BELLICA) ha dovuto dire qualcosa.

Ritirare unilateralmente i 99 POSSE è sembrato un atto di codardia, di collusione, di convenienza, hanno detto.

Se codardia significa evitare possibili casini alla gente che va lì per lavorare, gente che va lì per l’ecosostenibilità, gente che va lì per la musica, sapendo che non è un festival strumentalizzato (non è una festa in rosso) allora ok – però si chiamerebbe buon senso – chiamateli pure codardi gli ORGANIZZATORI dell’VRBAN.

Se collusione significa essere d’accordo con chi ha aizzato questa polemica, allora sono certamente criptofascisti gli ORGANIZZATORI dell’VRBAN chiamando 99 POSSE, Bandabardò e Luca Bassanese. Non fa una piega.

Se convenienza significa voler continuare a portare avanti un discorso che a molti può sembrare nobile, etico e magari può anche veder coinvolte forze politiche opposte (potrebbe essere per una volta cosa buona e buon esempio per chi ancora parla di CAMERATA e COMPAGNI nel 2014?), se significa lavorare (c’è anche gente che ci lavora con queste cose sapete?) esattamente come tutti i COMPAGNI che vanno in ufficio ma non per questo vedo che si licenziano dall’azienda in cui lavorano perché c’è un loro collega CAMERATA, in barba a mutui o figli da sostenere, allora gli ORGANIZZATORI dell’VRBAN, i musicisti, i tecnici, il pizzettaro e gli hobbysti dei banchetti sono avidi falchi.

E ora la buona notizia: c’è stata una bella risposta al pubblico/fan/militante che è arrivata proprio da MARCO MESSINA dei 99 POSSE. Ha semplicemente detto – o almeno io questo ho compreso – ‘ma che c’entrano gli ORGANIZZATORI dell’VRBAN e TUTTA la cittadinanza veronese contro cui inveite senza nessuna distinzione?’

In merito poi all’ingenuità degli ORGANIZZATORI dell’VRBAN, nel pensare che c’è ancora chi vuole portare avanti dei discorsi di un certo tipo, prendendo fondi da un’ente capeggiato da un CAMERATA e facendo poi suonare dei COMPAGNI… non solo non vorrei offenderli dicendoli astuti, ma almeno un plauso glielo avrei fatto, un premio simpatia glielo avrei dato. Un plauso a MARCO MESSINA e ai 99 POSSE sicuramente si.

Astuto o ingenuo invece chi ha detto che ‘suonino pure purché sul palco dichiarino di rifiutare la violenza verbale politica’ o qualcosa del genere?

Dipende da chi l’ha detto, io l’ho sentito solo dagli astuti in questo caso.

Ovvio che i 99 POSSE di fare una simile dichiarazione se ne strasbattano, sarebbe stato bello però dire ‘ok, purché salgano anche i GESTA BELLICA sul palco a fare lo stesso’. Forse si sarebbe così smascherato chi andava smascherato.

Ma questa è la mia ingenuità.. ed è tutt’un’altra storia.

Per tutte le nobili, giuste, etiche, politiche, militanti e battagliere recriminazioni condivisibili o meno, ci sono sempre le feste in rosso ora che è pure stagione.

Annunci

2 commenti Aggiungi il tuo

  1. biso ha detto:

    sganciare una bella bomba H su questa città popolata da merde unica soluzione. salvaguardiamo il lavoro fatto dai veronesi pre-1900 ed eliminare tutto sto schifo, di tutti i colori

    Mi piace

  2. Gianni ha detto:

    Volevo scrivere un commento che spiegasse che Miglioranzi alla guida di Amia lo ha messo Tosi così come chiarire che nulla in questa città succede senza che Tosi non sia d’accordo, In maniera sotterranea cosi come di sua abitudine………….. poi letto il commento di Biso mi è passata la voglia……… pensavo che servissero dei neuroni per iscriversi a questo blog……..

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...