Armaud: trasparenze, distanze e malinconie

il

Armaud - Ho To Erase A Plot

Armaud – How To Erase A Plot

(Lady Sometimes Record)

Esiste un linguaggio le cui metriche e cadenze slow danno il senso preciso di un tempo da cui si vuol prendere le distanze; c’è una dolcezza di fondo in certe voci che non può essere cancellata dai graffi della vita; ci sono corde di chitarra che una volta svegliate mettono in guardia come a voler difenderci; ci sono momenti in cui la linea che separa innocenza e seduzione è completamente sbiadita; ci sono pulsioni scambiate per volontà di sperimentazione mentre sono solo manifestazioni di curiosità bambina.
ArmaudLa confusione a volte è tale solo perché non si intende il senso in cui bisogna percorrere una strada o seguire una traiettoria ma una volta scoperto tutto ritorna e può essere molto bello anche se a volte un po’ triste.armaud2

La malinconia come sentimento costitutivo di certe stagioni Paola lo ha compreso e con i suoi amici Marco e Federico ne dà prova in How To Erase A Plot, un album che induce a immaginare i Cocteau Twins senza miele, i Blonde Redhead senza posa (e noise) e a dei jazzisti senza jazz.
Tutto quello che abbiamo imparato, ascoltato, esperito nello spazio che intercala tra il dream e il sad pop è qui.

Su Rockline

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...