Lush Rimbaud: l’ago della bilancia electrorock

lush rimbaud cover

Lush Rimbaud – L/R
(Bloody Sound Fucktory/ From Scratch Records)

Forme new wave trafitte da dardi post-punk elettronici e groove chimici si snodano sinuosi in L/R alternando ritmiche marziali e desolate trombe hasseliane, loop vocali e piccole malizie synthetiche, sottili ipnosi e solenni incipit.

Essere moderni prendendo tutto da un passato che non vuol saperne di andar via (Superindian e Not The Monkey sono la glorificazione di certi ottanta) è una gran qualità.

lush rimbaud
La premiata ditta Lush Rimbaud al terzo lavoro evita di ‘trascinare’ troppo nei suoi manufatti sonici per non tradire la sua estetica essenzialmente dark solo per qualche copia venduta in più, non sono mica i Planet Funk, il loro pubblico è quello di Soft Moon, Wire e Aucan semmai.

La bilancia electrorock, quasi sempre troppo carica da una parte o dall’altra, trova finalmente in Lush Rimbaud il suo ago.

Su Rockline

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...