Torakiki: asettici e virali

torakiki

Torakiki – Avesom (Symbiotic Cube)

Di pop vi è solo il nome, mutuato da quello di un gatto dei cartoon con la cravatta rossa che parla con accento tedesco; al di là di questo, nessun’altra facile catalogazione per i Torakiki se si eccettua quella generica di elettronica.
Le più significative esperienze IDM dei novanta incontrano in Avesom la wave più glaciale degli ottanta e i suoni digitali della club culture del nuovo millennio – glitch e vocoder compresi – riesumano quella strana nicchia ambient/new age elettronica di serie B in cui proprio una frangia italiana di producer – due decenni fa o forse più – osava molto, sperimentando anche dei cantati femminili e incuriosendo più i cultori di hi-fi che non gli appassionati di musica.

Torakiki-bandSono asettici ma allo stesso tempo virali i Torakiki, partono da una rigorosa educazione krauta per poi arrivare anche alla cassa dritta ma non si troverà nulla qui dentro di spendibile sui più comuni dancefloor.
Il risultato è straniante e originale per quanto gli elementi da cui si attinge siano ampiamente conosciuti, il mèlange a cui il trio dà vita è molto raffinato, bit & click degni di nomi d’altri tempi.
Bravi e vincenti, Kierkegaard avrebbe sorriso e approvato.

Su Rockline

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...