Brucianuvole: fieramente DIY

il

copertina-scartati

Brucianuvole
Scartati ed Emarginati
(autoprod.)

Brucianuvole è il nuovo monicker sotto cui opera Enrico Carrino e immaginiamo che dopo Ame, Ame Pantin o altri lavori usciti a suo nome, esso non sarà neanche l’ultimo.

Che l’artista non amasse farsi ingabbiare in generi predefiniti lo si era già compreso dalla natura multiforme dei suoi precedenti lavori.
Questo nuovo corso vede Enrico alle prese anche con lavori visual che altro non sono che il continuum della sua poetica musicale e che affiancano la sua esperienza a quella di artisti contemporanei che dalla glitch-art (vedi foto) arrivano fino alle suggestioni di un Damien Hirst o di un David Lynch (guarda video).

Questo slideshow richiede JavaScript.

I sentimenti che affiorano dai prodotti di Brucianuvole, qualunque essi siano, riconducono sempre ad una sorta di solitudine. I linguaggi musicali utilizzati stavolta sono il noise e che sia harsh o ambient poco conta, tutto è declinato verso la descrizione di un universo che ne intuisce la sua profondità quanto la sua limitatezza.
Resta la genuinutà di fondo della dimensione homemade. In un contesto più ampio queste dinamiche e queste motivazioni hanno creato carriere e movimenti. Brucianuvole appartiene a quella scuola di pensiero per cui l’arte è sofferenza.

Se nei lavori precedenti c’erano dei moti di apertura seppure critici e polemici verso la società, adesso l’artista sembra concentrato più su sé stesso e sul suo mondo interiore, i suoni ridotti all’osso, scarni, scheletrici. Il punto di osservazione sembra quello di un insetto, in una sorta di autismo dell’anima e Deep-Resion ne è il suo manifesto così come fields recording, riverberi, drone e feedback i colori della sua tavolozza, rigorosamente do it yourself.

Stima dunque di fronte a tanta fierezza e volontà, ma attenzione a non trasformare questa presunta libertà espressiva in una nuova gabbia dalle pareti ancor più anguste e pericolose proprio perchè invisibili.

Recensito su Rockline

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...