A Hawk and A Hacksaw: per veri viaggiatori

A-Hawk-and-A-Hacksaw

A Hawk and A Hacksaw
Forest Bathing
(Living Music Duplication)

Beati coloro che non conoscono i lavori di Jeremy Barnes e Heather Trost perché avranno ancora qualcosa di bello da scoprire nella musica indipendente americana.
Certo, dire così può essere deviante poichè A Hawk and A Hacksaw, qui al settimo album, sono in realtà artefici di un ineffabile crossover di folk, world music ed etnica che comprende le fanfare dell’est Europa e la musica rituale del vicino Oriente suonate come un’orchestra balcanica che vuole sonorizzare danze, racconti e leggende immaginari. E in quei rari momenti in cui è l’(early) elettronica ‘Stereolab oriented’ ad entrare in gioco, il duo del New Mexico riesce anche ad essere giocosamente psichedelico.

hawkhacksawNon solo misterioso, malinconico o austero dunque, questo paesaggio sonoro per veri viaggiatori è  visivo ed emozionale, terapeutico come il titolo dell’album suggerisce e i due di Albuquerque lo compiono in compagnia del clarinetto del turco Cüneyt Sepetçi, dell’ungherese Unger Balász al cimbalon, della tromba di Sam Johnson, da Noah Martinez e da John Dieterich dei Deerhoof.
E’ dunque chiaro che siamo in territori alquanto lontani dal rock propriamente detto, ciò nonostante  consiglierei caldamente Forest Bathing a chi ama  Silver Mt.Zion, Grails,  Akron Family, Calexico, Goat ed ultimi King Gizzard.  

Recensione su Freak Out Magazine

 

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...