GiulioZine On Air: Neapolitan Power

GIULIOZINE ON AIR

NEAPOLITAN POWER

Neapolitan Power non è solo un movimento musicale che vede protagonisti musicisti napoletani della metà degli anni ‘70 in rottura con la tradizione, quanto un moto di coscienza che irrompe negli artisti che si rendono conto che in quel preciso momento – anni di piombo in tutti i sensi – l’immagine olografica della città tutta pizza sole e mandolino è ormai dissonante e inadeguata.
Difficile però infrangere un’icona quale la musica napoletana, così radicata nell’inconscio collettivo, quando perfino all’estero la si associa e in qualche caso addirittura sovrappone alla canzone italiana classica melodica, fatto questo in parte anche comprensibile: nessuna città in Italia ha saputo offrire al mondo una musica così ricca, complessa e definita.
E’ anche interessante notare una sorta di contraddizione – o meglio – quella che da fuori può sembrare una contraddizione – nel vedere come l’evoluzione della musica moderna napoletana poi cercherà un punto di contatto con questa tradizione prima rinnegata. 

Anche al di fuori della musica leggera, della musica pop, se pensiamo al lavoro svolto dalla Nuova Compagnia di Canto Popolare già dalla metà degli anni ‘60, grazie all’impegno dell’etnomusicologo Roberto De Simone, equiparabile al lavoro antropologico di Alan Lomax negli Stati Uniti per il blues, comprendiamo come sia inscindibile il legame tra evoluzione e tradizione; lo comprendiamo ascoltando Peppe Barra e le sue locuzioni arcaiche per fare un esempio forte.

Ci vorrebbero davvero moltissime puntate per approfondire tutto questo e dovendo raccontare in un’ora l’ultimo mezzo secolo di musica napoletana abbiamo dovuto scegliere una chiave di lettura unica e legante e abbiamo scelto il groove, non solo perché ci fa ballare ma anche perché meglio evidenzia il concetto di contaminazione di cui queste musiche sono pervase.

Solo riuscendo a non considerare più il folclore e la cultura popolare come una bizzarria, ma come una cosa molto seria, si colma il distacco tra la cultura borghese, la cultura degli intellettuali e la cultura popolare, la cultura degli umili”. (A. Gramsci).

La tracklist di Neapolitan Power:

NAPOLI CENTRALE / JAMES SENESE – CAMPAGNA
TONI ESPOSITO – L’EROE DI PLASTICA
PINO DANIELE – DANCE OF BAIA
ENZO AVITABILE – BLACKOUT
99 POSSE – O’ DOCUMENTO
ALMAMEGRETTA – BLACK ATHENA
LIBERATO – TU T’E SCURDAT’ ‘E ME
NU GUINEA – JE VULESSE
ORO – SASA’
FRANCESCO DI BELLA / 24 GRANA – ACCIREME

 

 

QUANDO E COME ASCOLTARE QUESTO EPISODIO DI GIULIOZINE ON AIR:

PODCAST:

SUBITO O QUANDO VUOI SUL CANALE MIXCLOUD GIULIOZINE CLICCANDO QUI

STREAMING:

MARTEDI ALLE 21.00 o VENERDI ALLE 22.00 SU RETE WEB 2000 CLICCANDO QUI
O SCARICANDO GRATUITAMENTE LA APP DI RADIO RETE 2000 SU APPLESTORE O PLAYSTORE

Se hai perso diverse puntate, ecco tutti i podcast
https://www.mixcloud.com/giuliozine/

con i relativi dettagli
https://giuliozine.wordpress.com/category/giuliozine-on-air/

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...