Bloody Riot: me n’annavo da quella Roma…

Bloody Riot – Bloody Riot (Meccano Records) I Bloody Riot si formano nel 1981, l’anno di Land Speed Record degli Hüsker Dü. Nel 1983, anno del primo omonimo e.p., i Suicidal Tendencies lavorano – tra gli altri – alle basi del crossover hardcore metal. Nel 1985, anno dell’album che stiamo trattando, ulteriore scarto in avanti…

Emeralds: massaggi cerebrali

 Emeralds – Does It Look Like I’m Here (Mego) Se c’è un gruppo che ha destabilizzato – attirando per questo anche qualche critica – chi ama racchiudere la musica negli angusti steccati dei generi, esso risponde al nome di Emeralds. E proprio un percorso galattico di smeraldi luccicanti e meravigliosi è quello in cui ci accompagna…

Stan Ridgway: la wave che guardava a sud

Stan Ridgway – The Big Heat (I.R.S.) Stan Ridgway (Stanard all’anagrafe) è una figura angolare nella storia del rock americano ma che per oscure ragioni ancora non viene considerata ‘mitica’. Probabilmente questo è dovuto al fatto che è ancora vivo: non è una buona ragione. Se questo è cio che ‘arriva’ dal pubblico contemporaneo, invero…

The Clientele: un piccolo culto

The Clientele – Suburban Light (Merge) Quando uscì quest’album nel 2000 che recensii per Freak Out Magazine, The Clientele per me erano perfetti sconosciuti. Chi pensava che quella raccolta di una piccola band restasse nel cuore di tanti a distanza di quasi quindici anni al punto di divenire un piccolo culto segreto per gli amanti…

Velvet Score … Ten Years After!

Velvet Score – Youth (Black Candy) E per festa di compleanno (10 anni) di band e label (Black Candy) una bella ristampa. Questa la necessaria operazione per riportare alla luce un disco seminale di metà anni duemila, Youth dei Velvet Score. Nel periodo in cui si cominciava a sentire l’esigenza di smaltire un po’ la sbornia da ‘post-rock’  Youth…

Horseback: l’anello mancante tra Earth, Grails ed il black me†al

Horseback – The Invisible Mountain (Relapse)   (recensito per la sezione Back To The Past di Rockline) Nella scena sperimentale compresa tra drone, psichedelia e metal degli ultimi anni, uno dei nomi più interessanti è senza dubbio Horseback, progetto solista di Jenks Miller. La sua prima emissione, The Invisible Mountain, è del 2009 ed esce per Utech Records…

English Dogs

English Dogs – Forward into Battle (Rot Records) – 1985 Strani personaggi gli English Dogs: quando si formano nei primissimi anni ’80 vanno in tour con gente del giro GBH e Discharge. La scena è quella dell’anarco-punk inglese che sbatte la porta in faccia al punk ’77 ed apre la stagione dell’hardcore. Suoneranno anche al…

Mudhoney

Per la rubrica What Happened Yesterday, in occasione del nuovo album dei Mudhoney, Vanishing Point, uscito solo qualche gorno fa, tiriamo fuori dai cassetti impolverati i Mudhoney che furono (e che – a giudicare dalla loro sudatissima performance dello scorso anno al Primavera Sound di Barcellona – ancora sarebbero in grado di essere). (Questo articolo…

Cookery Course

Una pillolina dal passato… (era il gennaio del 2001 quando scrissi questo articolo per Freak Out) molto psichedelica e molto hard. Il termine stoner ancora non era diffusissimo da noi..infatti questo splendido doppio split in vinile veniva reclamizzato con termini quali heavy psych dark doom!! Il che era – ed è  – correttissimo.

Man’s Ruin

Era il novembre dell’anno 2000 quando scrissi quest’articolo – poi pubblicato nello stesso mese per Freak Out Magazine – sulla storica etichetta Man’s Ruin e tutto si poteva immaginare tranne che dopo circa un anno la label chiudesse i battenti. Le prime crisi economiche del millennio ancora non ci davano una percezione precisa di cambiamento…